Vantaggi riscaldamento a pavimento

Il riscaldamento a pavimento è un tipo di impianto completamente invisibile, non a caso sempre più persone lo preferiscono ai classici termosifoni. Il funzionamento si attua mediante una serpentina posta sotto il massetto dal pavimento al cui interno passa dell’acqua con temperatura di 30-40° che irradia di calore le stanze. È consigliabile installarlo in una casa in costruzione o ristrutturazione poiché il posizionamento delle tubazioni richiede dei lavori molto invasivi e con costi elevati, da tener presente che il pavimento viene rialzato di qualche centimetro e questo potrebbe essere un problema se le porte sono già state installate. a parte questo sono tanti i vantaggi riscaldamento a pavimento.

I riscaldamenti a pavimenti consentono una maggiore libertà di organizzazione degli spazi, assicurano una maggiore diffusione del calore, permettono l’utilizzo di energie rinnovabili come le stufe a pellet e le pompe di calore, il risparmio economico è garantito grazie al ridotto consumo della caldaia (bastano 30-40° di temperatura), è un sistema molto più igienico dei termosifoni in quanto non accumula polvere e acari, diffonde il calore in maniera uniforme in tutte le parti della stanza, il pavimento è calpestabile a piedi nudi, gode degli sgravi fiscali dello Stato.

I problemi più diffusi del riscaldamento a pavimento riguardano, in primis, i costi elevati che si aggirano intorno al 60% in più rispetto all’installazione dei tradizionali termosifoni, da aggiungere che sono in parte ammortizzati grazie agli eco incentivi messi a disposizione dallo Stato. Altro problema riguarda la manutenzione straordinaria, nel caso di rottura di una tubazione è necessario intervenire rompendo il pavimento.