Perché le zanzare pungono alcuni e altri no?

Perché le zanzare pungono alcuni e altri no? Chissà quante volte ve lo sarete chiesto in quelle calde sere d’estate in cui diventate all’improvviso il bersaglio preferito dei fastidiosi insetti ronzanti. Mentre magari altre persone, che sono lì insieme a voi, vengono misteriosamente risparmiate. Ebbene, una spiegazione a tutto questo c’è. Anzi, più di una.

Secondo degli studi condotti di recente infatti, il 20% circa degli individui presenta alcune caratteristiche specifiche che li renderebbero più “appetibili” per le zanzare. Tra queste, per cominciare, vi sono alcune sostanze presenti nel sudore di ognuno in quantità diversa, ossia acido lattico, acido urico e ammoniaca.

Altro elemento che attira le zanzare è l’anidride carbonica, che produciamo attraverso la respirazione, questo spiega perché le persone in sovrappeso, che hanno un numero maggiore di atti respiratori, siano prese particolarmente di mira.

“Avrai il sangue più dolce”, a mo’ di battuta vi siete sentiti rispondere spesso così, eppure c’è un fondo di verità. Anche il gruppo sanguigno fa la differenza: è stato dimostrato che le zanzare prediligono il sangue del gruppo “0” più di quello del gruppo “B”. Se fate parte invece di coloro che hanno il gruppo sanguigno di tipo “A” rallegratevi pure, siete i meno ricercati!