Come spurgare i termosifoni

I termosifoni non scaldano più come dovrebbero? Potrebbero essersi formate delle bolle d’aria all’interno delle tubazioni che impediscono la corretta circolazione dell’acqua nel circuito, per evitare questo è consigliabile effettuare una semplice manutenzione periodica. Vediamo dunque insieme come spurgare i termosifoni.

Per cominciare procuriamoci una bacinella, degli stracci ed un cacciavite. Dopo aver aumentato la pressione dell’impianto (fino ad un valore di 2,5 bar circa) aprendo il rubinetto che lo collega alla rete di adduzione per il suo riempimento, spegniamo la caldaia.

Una volta individuata la valvola di spurgo del termosifone, in genere posta in alto o dalla parte opposta rispetto alla manopola di accensione, sistemiamo a terra una bacinella o un secchio e magari anche degli stracci sulla parte di muro più vicina, perché l’acqua potrebbe schizzare a causa della pressione, procediamo quindi allentando gradualmente la valvola. In questo modo elimineremo l’aria in eccesso.

Lasciamo uscire abbastanza acqua fino a quando non sentiremo più il tipico rumore  prodotto dall’aria all’interno del calorifero. Ripetiamo l’operazione a più riprese per almeno 3-4 volte, facendo defluire l’acqua per 10-15 secondi. Chiuderemo infine la valvola di spurgo. Ovviamente la stessa operazione dovrà essere effettuata nella stessa identica maniera su ogni singolo termosifone.