Caratteristiche del parquet prefinito

Con il termine parquet prefinito parliamo di un parquet pronto per essere utilizzato subito dopo la posa. Questa tipologia di parquet, realizzato con legno di rovere, noce o quercia, termina la sua produzione in fabbrica dove viene tagliato in diverse misure, trattato e inciso ai lati. Al temrine dle processo di produzione non richiede nessun altro trattamento.

Il parquet prefinito non deve essere levigato e verniciato subito dopo la posa all’interno dell’abitazione, si traduce in tempi di lavorazione molto ridotti a differenza del parquet tradizionale, non c’è la dispersione di polveri e odori sgradevoli e soprattutto può essere calpestato quasi da subito. La posa può avvenire in due modi differenti, incollata o flottante. Nel primo caso le assi di legno sono incastrate e incollate direttamente al pavimento esistente; nel secondo caso viene inserito del materiale isolante tra il parquet e il pavimento, la colla è utilizzata solo nei punti di congiunzione così da permettere al legno di espandersi o restringersi senza costrizioni.

Le assi del parquet prefinito sono costituite da due strati di legno, uno ha la funzione di supporto e l’altro ha il compito di resistere al calpestio. Lo strato a vista è trattato con olio o resina, deve possedere due caratteristiche fondamentali, pregio estetico e robustezza.