Rimuovere il calcare dai bicchieri

Con il passare del tempo e i ripetuti lavaggi (anche in lavastoviglie), i bicchieri di vetro finiscono per perdere la loro originaria lucentezza e diventano opachi. Questo è il risultato dell’effetto corrosivo delle bevande ma pure della cattiva abitudine di lasciarli asciugare senza utilizzare prima un panno. Cosa si può fare allora per rimuovere il calcare dai bicchieri?

Come al solito ci vengono in aiuto i vecchi, ma sempre utili, rimedi della nonna. Nei supermercati, infatti, potremmo tranquillamente trovare uno sgrassatore che faccia al caso nostro, il punto è che alla lunga questi prodotti, piuttosto aggressivi, possono addirittura peggiorare la situazione. Meglio optare quindi per il fai da te domestico che prevede l’impiego di sostanze naturali.

Per prima cosa è necessario effettuare un accurato lavaggio, immergendo i bicchieri in una bacinella che avremo precedentemente riempito con una soluzione di acqua tiepida e sapone di Marsiglia in scaglie (un cucchiaio). Strofiniamoli bene per mezzo di una spugnetta in modo tale da favorire la rimozione delle macchie e degli aloni. Dopo aver risciacquato (sempre con acqua tiepida), ripetiamo l’operazione utilizzando stavolta un cucchiaio di sale grosso, in grado di eliminare i residui più ostici.

La terza ed ultima fase prevede invece l’utilizzo dell’aceto di vino bianco, ottimo anticalcare grazie alla sua forte capacità sgrassante e azione lucidante (un bicchiere da aggiungere nella bacinella di acqua calda). Lasciamo in ammollo i bicchieri per almeno venti minuti, risciacquiamo con acqua fredda e infine asciughiamoli con un foglio di giornale.