Rimedi naturali contro i tarli

I tarli sono insetti che si nutrono dei costituenti del legno e finiscono per danneggiare i mobili provocando degli antiestetici fori all’interno dei quali avviene il processo di riproduzione. Bisogna intervenire in fretta per evitare che il legno tarlato, con il passare del tempo, possa arrivare a sgretolarsi. Per fortuna esistono dei rimedi naturali contro i tarli, efficaci e soprattutto innocui per la salute, nostra e dell’ambiente.

Ad esempio, sistemare dei sacchettini di fiori di lavanda nei mobili è una buona soluzione, anche a scopo preventivo, per allontanare i fastidiosi insetti, che a quanto pare non ne gradiscono molto il profumo. Idem dicasi per l’eucalipto. Passate quindi sul mobile un panno imbevuto della sua essenza, cercando di insistere nei punti più nascosti.

Un ottimo rimedio è l’olio essenziale di cedro giapponese, miscelato con acqua e vodka. Si può applicare con dei batuffoli di cotone, magari lasciandoli per alcune ore dentro armadi e cassetti in modo tale da potenziarne gli effetti.

C’è chi consiglia invece il metodo dell’aglio. Basta munirsi di qualche spicchio da strofinare energicamente sul mobile, che poi dovrà essere avvolto con della carta trasparente per alcuni giorni. Quando rimuoveremo il cellophane e faremo arieggiare, oltre all’odore dell’aglio saranno andati via anche gli antipatici parassiti.