Rimedi naturali contro le tarme

Le tarme o tignole fasciate del grano sono insetti che si nutrono della farina di cereali, pasta, frutta secca e altri alimenti che conserviamo nelle nostre dispense. Da adulte assumono le sembianze di piccole farfalle di colore marrone chiaro, per questo motivo sono comunemente conosciute come farfalline del cibo.

Se le confezioni di cibo restano aperte o comunque non sono ermeticamente chiuse, potremmo trovarci ad affrontare l’antipatica esperienza di un’infestazione. Esistono tuttavia dei rimedi naturali contro le tarme che ci permettono di tenere lontani questi fastidiosi parassiti, evitando così lo spreco alimentare. Purtroppo infatti, nel momento in cui ci si rende conto che le farfalline del cibo hanno già invaso la dispensa, è necessario buttare via gli alimenti contaminati.

Fatto questo, puliamo a fondo ogni angolo e fessura utilizzando l’aspirapolvere e strofinando le superfici con un panno imbevuto in una miscela di acqua calda e aceto bianco, alla quale si può aggiungere qualche goccia di olio essenziale di menta (in alternativa lavanda, citronella o anche eucalipto).

Per prevenire nuovi futuri attacchi, conserviamo gli alimenti in contenitori di vetro, metallo e plastica, facendo attenzione a chiuderli bene. Negli stessi, o semplicemente all’interno di credenze e dispense, si consiglia inoltre di inserire alcune foglie di alloro o dei chiodi di garofano, in entrambi casi infatti il loro profumo si rivela efficace nel tenere alla larga le tarme.