Come scegliere la ditta di traslochi

Scegliere la ditta di traslochi è di sicuro uno dei tanti motivi di stress legati al cambio di abitazione. Se non avete esperienza a tal proposito la questione potrebbe sembrare davvero complicata. Non scoraggiatevi e ricordate di verificare il preventivo, l’iscrizione all’albo, l’assicurazione e la professionalità prima di affidare il lavoro. Vediamo nel dettaglio come districarsi nella giungla delle aziende che offrono traslochi. Una buona ditta di traslochi non effettua il lavoro senza prima avervi fornito un adeguato preventivo. Prima di consegnare un preventivo dovranno visitare l’abitazione e segnare nel dettaglio tutte le informazioni che serviranno nella fase successiva. Quindi prestate attenzione alle aziende che vi propongono subito un sopralluogo, solo così potranno fornirvi un preventivo senza sorprese, verificando di persona gli ambienti e il territorio circostante e decidendo con largo anticipo la soluzione migliore per effettuare le manovre.

La seconda regola riguarda l’iscrizione all’albo degli autotrasportatori. Verificate in anticipo se la ditta a cui affidate il trasloco è effettivamente iscritta all’albo, come? Visitate il sito www.alboautotrasporto.it e digitate il nome della ditta, se iscritta regolarmente avrete una serie di informazioni utili come ad esempio la sede legale, la data di iscrizione, il codice personale, ecc. La registrazione all’albo tutela voi e la vostra merce, le ditte che ne sono prive sono perseguibili per reato di esercizio abusivo della professione.

Prestate attenzione alle coperture assicurative delle ditte di trasloco, per legge devono averne una vettoriale (Legge 450/1985) che copre l’eventuale danneggiamento o smarrimento degli oggetti trasportati durante tutte le fasi di trasloco. Ulteriori assicurazioni aggiuntive non fanno altro che aumentare l’affidabilità della ditta in quanto ci forniscono maggiore tranquillità sulla qualità del trasloco. Nel caso di sinistri, con le assicurazioni aggiuntive, è possibile il totale restauro (o sostituzione) dell’oggetto danneggiato.

La quarta e ultima regola riguarda la professionalità del personale impiegato per il trasloco. Scegliete ditte che gestiscono in maniera diretta il personale, è importante conoscere i propri dipendenti e di conseguenza il metodo di lavoro, evitate quindi le ditte di traslochi che pagano i dipendenti alla giornata o a nero. Affidatevi esclusivamente a ditte che inquadrano e assicurano i dipendenti a norma di legge.

Lascia un commento