Come sostituire una lampadina alogena

Quando si arreda casa, l’illuminazione è uno degli aspetti più importanti da tenere in considerazione. In base al tipo di installazione prescelto, otteniamo infatti atmosfere diverse. Una cosa è certa: le vecchie lampadine ad incandescenza risultano ormai obsolete a favore di quelle alogene. Vi spieghiamo allora come sostituire una lampadina alogena seguendo alcuni semplici accorgimenti.

La regola fondamentale da ricordare è quella di non procedere alla sostituzione a mani nude, il sebo presente sui polpastrelli compromette il funzionamento e la durata della lampadina  Si tratta di lampade speciali, che risentono molto facilmente delle variazioni di temperatura. In caso di contatto, pulite immediatamente con della carta assorbente imbevuta di alcool e attendete che si asciughi prima di accenderla.

Generalmente all’interno delle confezioni sono contenute delle spugnette con le quali maneggiare la lampadina, altrimenti si possono indossare anche dei guanti di lattice o di cotone.

Solo quando la lampadina da cambiare si sarà raffreddata, sarà possibile rimuoverla con la dovuta cautela. Con altrettanta cautela potrete poi inserire quella nuova nell’apposito alloggio.

Effettuata la sostituzione, provvedete a smaltire la vecchia lampadina alogena presso uno dei Centri di Raccolta presenti nel vostro comune di residenza. Mai gettarla nell’indifferenziata! Sono rifiuti particolari che danneggiano l’ambiente.