La domanda di contributo dei montascale

È possibile installare un montascale usufruendo delle detrazioni fiscali dello stato grazie alla legge 13 del 1989 che stabilisce un contributo economico per tutti gli interventi utili ad abbattere le barriere architettoniche. La domanda di contributo dei montascale va presentata al comune in cui è presente l’immobile del richiedente, dal disabile o chi ne esercita la tutela, entro il primo marzo di ogni anno.

Specifichiamo che la domanda può essere consegnata tutto l’anno, la legge però stabilisce che la consegna successiva al primo marzo determina la presa in esame per l’anno successivo. Ad esempio coloro che consegnano le domande tra il primo marzo 2015 e il 31 dicembre dovranno attendere il primo gennaio 2016 per l’effettiva valutazione di idoneità.

La domanda di contributo dei montascale va consegnata agli uffici comunali con carta da bollo di 14,62 euro, va allegato il certificato medico in cui si attesta la disabilità, la descrizione dei lavori e la spesa dell’opera, l’autocertificazione del richiedente e, nel caso di invalidi al 100%, la fotocopia del certificato di invalidità. L’autocertificazione deve contenere la specifica ubicazione del richiedente, la descrizione delle opere che si intendono eseguire e la conferma che tali opere non siano state già eseguite in passato e quindi non si è già usufruito del contributo, che l’immobile in oggetto non venga utilizzato come dimora saltuaria.

Chi ha diritto a presentare le domande di contributo montascale? Le persone con disabilità motorie e i non vedenti, chi ha a carico il disabile, i condomini delle case in cui risiedono i disabili, i centri destinati all’assistenza di persone con disabilità.