Arredare in stile Shabby Chic

Una delle tendenze più in voga negli ultimi anni in materia di arredamento è senza dubbio lo Shabby Chic. Definito da alcuni come finto trasandato o anche trasandato elegante, lo Shabby è nato negli anni Ottanta come stile di arredamento volto al recupero di oggetti antichi e usurati dal tempo e capace, proprio per questo, di conferire all’ambiente un aspetto tra il vintage e il romantico.

Se volete provare a ricreare quest’atmosfera d’altri tempi, vi diamo qualche suggerimento per arredare in stile Shabby Chic la vostra casa. Cominciamo col dire che i colori sono fondamentali: le tonalità privilegiate sono infatti quelle chiare, quindi bianco panna, avorio, crema, sabbia, rosa antico, in generale tutti i colori pastello.

I mobili invece saranno in legno, meglio ancora se invecchiato con la tecnica del decapé, che ne lascia intravedere le naturali venature. Due altri materiali che ben si prestano allo stile Shabby sono la pietra, da utilizzare per i pavimenti o i lavandini, e il ferro battuto, possibilmente verniciato di bianco o grigio chiaro, per le testiere dei letti, per le sedie o piccoli complementi d’arredo.

Per il resto non vi sono regole precise da seguire, qualsiasi elemento, se trattato nel modo giusto, può potenzialmente trasformarsi in un accattivante pezzo Shabby Chic.  Ad esempio: centrotavola in pizzo o merletto, vecchi servizi di porcellana, piatti spaiati con delicate decorazioni, utensili in latta adibiti a vasi per fiori, candele di tutti i tipi.