Le caratteristiche delle porte scorrevoli

Le porte sono tra gli elementi più importanti che caratterizzano l’aspetto della casa, le porte più comuni sono le classiche a battente, ma sta prendendo sempre più piede l’uso di quelle scorrevoli. Al primo posto tra i vantaggi delle porte scorrevoli troviamo il grande risparmio di spazio, infatti lasciano completamente libero il passaggio senza creare ingombro, grazie al sistema che permette la scomparsa totale della porta all’interno di un vano scavato nel muro.

Le porte scorrevoli collegano molto più facilmente gli spazi, creano un ambiente unico, privo di interruzioni, in questo modo è possibile far fluire molta più luce da una stanza all’altra; ovviamente sono in grado anche di rispettare la privacy degli abitanti, basta un piccolo tocco ed ecco che la camera viene perfettamente isolata dal resto della casa.

Le porte scorrevoli si trovano in due tipologie: murata o filo muro. Murata, come vi anticipavamo a inizio post, consente di far sparire totalmente la porta all’interno del muro grazie a dei binari, richiede sia un costo che un tipo di installazione importante in quanto deve essere effettuato un lavoro sulla parete che ospiterà il serramento. A filo muro non richiede particolari installazioni, la porta si va a nascondere dietro una delle pareti (di solito quella interna), il costo è contenuto ma lo spazio occupato è comunque maggiore della porta scorrevole murata.