Detrazioni fiscali edilizia

Se state pensando di rinnovare casa, allora è proprio arrivato il momento di approfittare dei nuovi incentivi per l’edilizia. L’agenzia delle entrate ha fornito delle nuove linee guida per usufruire delle detrazioni fiscali nelle ristrutturazioni edilizie. Le detrazioni fiscali edilizia usufruiscono dell’Irpef al 50% per le spese sostenute dal 26 giugno 2012 al 31 dicembre 2015. Il tetto massimo di spesa per unità abitativa non deve superare i 96 mila euro, dal primo gennaio scende a 48 mila euro (con il 36% di detrazione fiscale).

Un ulteriore 50% si può detrarre per ulteriori spese sostenute dal 6 giugno 2013 al 31 dicembre 2015 per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici finalizzati all’arredo dell’immobile che è stato ristrutturato. Gli elettrodomestici devono avere classe energetica non inferiore ad A+, A per i forni.

La detrazione fiscale sale al 65% per le spese effettuate dal 4 agosto 2013 al 31 dicembre 2015, gli interventi riguardano costruzioni utilizzate per abitazioni principali o attività produttive presenti in zone altamente sismiche.
I vantaggi fiscali ammontano al 10% se parliamo di interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria per gli immobili a uso abitativo.

Per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%.